Attività ed eventi
    È con soddisfazione che l’Ecomuseo conclude questo anno intenso e ricco di iniziative volte a valorizzare il nostro territorio e a risaltarne le tante...
[Please, accept cookies]

L'Associazione culturale

Un po'di storia

Il progetto di fattibilità dell’Ecomuseo della Valle dei Laghi è stato portato avanti dalla dott.ssa Annalisa Bonomi, individuata dalla Comunità di Valle come consulente incaricato di curare lo studio di fattibilità e le azioni inserite nel progetto per la nascita dell’Ecomuseo della Valle dei Laghi.

Inizialmente l’iter progettuale per la costituzione di un Ecomuseo in Valle dei Laghi ha previsto un incontro di presentazione del progetto da parte della Comunità di Valle, aperto al territorio e un incontro rivolto alle sei Amministrazioni comunali. Successivamente sono stati numerosi gli appuntamenti di formazione e informazione che hanno portato gli interessati ad avvicinarsi al concetto di ecomuseo, attraverso le testimonianze di altri attori ecomuseali della Provincia di Trento come l’Ecomuseo della Judicaria, l’Ecomuseo di Peio e l’Ecomuseo dell’Argentario e attraverso momenti di informazione rivolti alla comunità tenuti dirigente del Servizio Culturadella Provincia di Trento Claudio Martinelli. Poco alla volta è nato il gruppo di lavoro pro Ecomuseo, composto da esponenti di Associazioni culturali presenti in Valle, cittadini, insegnanti, studiosi, rappresentanti del Tavolo culturale di Valle ecc. che con passione e determinazione hanno lavorato assieme alla consulente, all'allora presidente della Comunità di Valle Luca Sommadossi e alla consigliera con delega ai laghi Paola Aldrighetti, affinché il futuro Ecomuseo potesse essere operativo e raggiungere l’accreditamento presso la Provincia di Trento. Il lavoro del gruppo ha supportato lo sviluppo di alcune iniziative previste all’interno del progetto, sostenuto dalla Comunità di Valle, in attesa di prendere vita come Associazione.

Tra le attività degne di attenzione svolte dal gruppo pro Ecomuseo:

  • il concorso indetto per le classi dell’Istituto comprensivo per la creazione del logo e la selezione, fra quelli prodotti dai bambini, del logo in cui s’identificherà l’Ecomuseo, la revisione del piano di programmazione triennale inserito all’interno dello studio di fattibilità;
  • la selezione dei dati emersi dalle interviste prodotte da parte delle famiglie dei ragazzi della Scuola per la produzione della Mappa di Comunità della Valle dei Laghi;
  • il concorso per la redazione della Mappa di Comunità della Valle dei Laghi;
  • la realizzazione di un filmato che, attraverso immagini e dettagli, racconta e trasmette emozioni e messaggi dati dal paesaggio culturale, naturalistico, artistico, storico-economico che connotano la Valle dei Laghi, rendendola un luogo speciale;
  • la condivisone della realizzazione del gioco in scatola Dillo a me se hai il coraggio...alla scoperta della Valle dei Laghi con il pipistrello Vespertillo;
  • il supporto di alcuni esponenti del gruppo alla realizzazione dei contenuti dei sei libricini sui percorsi Itinerari culturali e naturalistici della Valle dei Laghi.

La nascita dell'Associazione culturale Ecomuseo Valle dei Laghi

Nel foyer del “Teatro Valle dei Laghi”, nel tardo pomeriggio di lunedì 26 gennaio 2015, è stato ufficializzata la costituzione dell'Associazione “Ecomuseo della Valle dei Laghi”, da parte della Comunità di Valle e dei 6 comuni della Valle dei Laghi (Terlago, Vezzano, Padergnone, Calavino, Lasino e Cavedine). Atto notarile firmato dai sindaci della valle (nella foto: Giovanni Nicolussi per Terlago, Eddo Tasin per Vezzano, Federico Sommadossi per Padergnone, Oreste Pisoni per Calavino, Eugenio Simonetti per Lasino, Renzo Travaglia per Cavedine) e dal presidente della Comunità di Valle, alla presenza del notaio Giovanna Zanolini di Trento. Al successivo incontro presenti vari amministratori locali e provinciali, tra cui la presidente della Commissione cultura del consiglio provinciale della Provincia autonoma di Trento Lucia Maestri, Annalisa Bonomi che ha seguito l'intero iter burocratico e la delegata per l'Ecomuseo per la Comunità Paola Aldrighetti.

(Rif. http://www.valledeilaghi.it/jcms/201501265927/articoli-di-valle/atto-notarile-ecomuseo-valle-dei-laghi-vezzano.htm)

I sette firmatari hanno istituito l’Assemblea dell’Associazione,nominando un rappresentante per comune:Turrina Eliana per il Comune di Cavedine, Tosi Arianna per il Comune di Calavino, Chistè Gloria per il Comune di Lasino, Morelli Giancarlo per il Comune di Padergnone, Castelli Sandro per il Comune di Terlago, Aldrighetti Paola per il Comune di Vezzano e Nicolini Gianni per la Comunità della Valle dei Laghi.

I componenti dell’Assemblea hanno poi convocato il 19 febbraio 2015 la Consulta dell’Ecomuseoche raggruppa tutti i soci dell’Associazione, che avevano presentato regolare richiesta di adesione (il modulo è scaricabile dal sito della Comunità di Valle nella sezione dedicata all’Ecomuseo).La Consulta ha votato i propri 4 rappresentanti, Alberto Margoni, Leonardo Fabbri, Dino Cerato e Giuliana Spagnolo,attraverso i quali ha il compito di esprimere, pareri sul Bilancio, sul piano d'intervento, elaborare progetti e pianificare azioni da sottoporre all'Assemblea.

Il primo compito che l’Assemblea ha dovuto portare a termine è stato l’elezione delle cariche previste dallo Statuto, ovvero del Presidente, Vicepresidente e Segretario che ad oggi sono rappresentati dalla Presidente Chistè Gloria rappresentante del Comune di Lasino, dal Vice presidente Alberto Margoni rappresentante della Consulta e dal Segretario Giancarlo Morelli rappresentante del Comune di Padergnone.

Per tutte le specifiche relative a l'oggetto sociale, il consiglio direttivo, i soci, gli organi sociali, l'ordinamento ecc. si può consultare lo statuto dell'Associazione.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti, necessari per la fruizione del servizio.

Leggi l'informativa