Attività ed eventi
Ecomuseo Valle dei Laghi : Concorso Letterario “Un museo senza Pareti” ALLA SCOPERTA DEGLI ECOMUSEI DEL TRENTINO con il patrocinio della Provincia Autonoma di Trento e Muse La rete...
[Please, accept cookies]

NEWS DI ECOMUSEO

 

 

È con soddisfazione che l’Ecomuseo conclude questo anno intenso e ricco di iniziative volte a valorizzare il nostro territorio e a risaltarne le tante opportunità che riserva: la storia, il gusto, la tradizione, lo sport e la natura in cui siamo immersi rendono la Valle dei Laghi un luogo florido di attività esperienziali diversificate, che non aspettano altro che essere vissute e condivise. Ed è proprio sotto questo spirito che il rinnovato Direttivo dell’Ecomuseo ha lavorato quest’ultimo anno con l’impegno della Presidente Paola Aldrighetti, del vice Presidente Carlo Balestra e dei consiglieri Rosetta Margoni, Alberto Margoni, Annamaria Maturi, Dino Cerato e Loris Pedrotti, nonché del neo referente tecnico Alessia Travaglia, vincitrice del bando diramato a maggio 2017. La dedizione con cui sono nate le numerose iniziative organizzate per giovani e adulti, in collaborazione con le associazioni e gli enti operanti sul territorio, mirava al riconoscimento dell’istituzione Ecomuseo e all’apprezzamento da parte di una comunità che ha senz'altro risposto con interesse e costante partecipazione.

Ritenendo fondamentali i giovani nello sviluppo di una società comunitaria responsabile, l’Ecomuseo si è concentrato in primis su ciò che poteva essere più adatto a bambini e ragazzi, ampliando il  ventaglio di attività a loro dedicate, al fine di sensibilizzarli sugli aspetti naturalistici e culturali della Valle, per la crescita di un sentimento comune di identità territoriale. Oltre gli ormai immancabili laboratori del pane, nel periodo estivo sono state sviluppate tre nuove iniziative dedicate alla cultura popolare e allo sport, creando una settimana ludico didattica adatta a tutte le inclinazioni. Il lunedì con le attività in acqua al lago di Terlago dove i ragazzi, seguiti dal personale dell’associazione Lake Line, hanno potuto sperimentare il wakeboard e scoprire i segreti del lago con passeggiate e uscite sul lago con sup e canoe. Il martedì con la giornata dedicata al pane: dall'esplorazione dei Mulini Pisoni di Calavino e Rigotti di Terlago, per scoprire la lavorazione dei cereali e la produzione della farina, alla visita dei panifici Miori di Sarche e Tecchiolli di Cavedine, per mettere letteralmente le mani in pasta e mangiare con gusto i prodotti appena sfornati. Il mercoledì pomeriggio il Piccolo Museo della “Dòna de ‘sti ani“ di Lasino ha aperto le porte, portando i bambini indietro nel tempo alla scoperta della tradizione e della cultura popolare con laboratori ludico didattici.

Il giovedì, a chiusura della settimana, la giornata dedicata ai più temerari con l’arrampicata sulle falesie di Toblino e la ferrata sul Monte Olivo in compagnia della guida alpina Simone Banal dell’associazione “Mountine Outdoor Adventures”. Per queste attività in particolare, e in generale per il lavoro svolto, l’Ecomuseo ringrazia per essere stato scelto, dalle studentesse Ilaria Baldessari, Camilla Ianes e Cecilia Bressan, come Ente con cui svolgere il proprio tirocinio, durante il quale sono state molto apprezzate dai bambini partecipanti ai laboratori, qualità come la pazienza, l’allegria e la capacità di interazione.

Molte le attività, rivolte anche agli adulti e alle famiglie, che hanno avuto grande riscontro da parte della popolazione, in particolar modo le serate alla scoperta della fauna notturna ai laghi di Cavedine e Toblino, il concerto a Lagolo con il trio Lescanto e le giornate alla ricerca delle erbe spontanee in compagnia della fattoria didattica a Margone.

Hanno concluso lestate due attività inserite nel progetto europeoGiornata del paesaggio” proposto dalla Rete degli Ecomusei del Trentino e facenti parte dei cicli dedicati alla scoperta del territorio e della sua storia: i “Sabato mattina alla scoperta del territorio” e le Apero-conferenze in collaborazione con il Museo degli Usi e Costumi di San Michele.

 

Non si conclude invece la ricerca, sulla quale Ecomuseo impegna costantemente risorse ed energie, per tutti i progetti pianificati ci si avvale della collaborazione di alcuni giovani della Valle dei Laghi, creando un gruppo di lavoro allo scopo di valorizzare le competenze e abilità acquisite da ognuno nel proprio percorso di studio, riconoscendo anche un compenso adeguato al proprio incarico. I progetti in corso, che sposano le finalità dell’Ecomuseo tra cui la trasmissione delle tradizioni, il recupero della memoria e del patrimonio culturale immateriale, sono tre:

Il “Progetto sugli opifici della Valle dei Laghi” incentrato per ora sui paesi di Calavino e Vezzano, con lo sviluppo di un itinerario all’interno dei paesi alla scoperta di queste realtà storiche lungo i luoghi in cui sorgevano i numerosi mulini e opifici che hanno contribuito per anni allo sviluppo dell’artigianato locale.

Il “Progetto Etnofonico” abbracciando la musica come grande eredità sia per la produzione strumentale che vocale, ha permesso lo sviluppo di una prima fase di ricerca con il coinvolgimento di bande e cori e con il recupero delle preziose memorie degli anziani della Valle, la seconda fase formativa, attualmente in atto, prevede il coinvolgimento di alcune classi della Scuola primaria dell’Istituto comprensivo della Valle dei Laghi nella preparazione di un numero di canti, intervallati da memorie musicali, che verranno presentati alla popolazione e alle famiglie in 3 momenti differenti nell’arco dell’anno scolastico. Il plesso scolastico di Vigo Cavedine insieme al Coro Cima Verde presenterà il lavoro realizzato il 15 dicembre nella palestra di Cavedine

Ultimo progetto nato in seno all’Ecomuseo, ormai ultimato, nasce in occasione del centenario della fine della prima guerra mondiale attraverso la realizzazione di un pieghevole per scoprire tra memorie, sentieri e tracce, le trincee e la linea di difesa avanzata della Grande Guerra nella valle dei Laghi, raggruppando e organizzando i diversi siti presenti sul territorio che contengono reperti della Grande Guerra. La pubblicazione riassumendone le caratteristiche, potrà essere di riferimento per coloro che desiderino visitarli anche attraverso visite guidate dedicate.

Abbiamo inoltre ragionato su un programma didattico da proporre agli Istituti Comprensivi che potranno scegliere tra diversi laboratori raggruppati in quattro aree tematiche: “Territorio e Colture“ per avvicinare gli alunni al territorio e metterli in contatto con le coltivazioni, le tradizioni e la storia legate all’agricoltura e alle produzioni locali; ”Ambiente e Paesaggio“ per la conoscenza ambientale, culturale e paesaggistica del territorio; ”Cultura e Arte“ verso la scoperta dei luoghi della cultura e dei tesori dell’arte racchiusi in Valle dei Laghi; ”Storia“ riguardante i luoghi storici e gli avvenimenti che hanno fatto da sfondo alle vicende umane dei nostri antenati.

Sperando che il nostro lavoro sia stato di vostro gradimento e puntando a mantenere i nostri obiettivi e programmi anche nel 2018, vi invitiamo a consultare il sito www.ecomuseovalledeilaghi.it in costante aggiornamento, dove potrete trovare informazioni sull’Associazione e restare aggiornati sugli eventi e le attività proposte.

A tutti coloro che desiderassero intraprendere una collaborazione attiva con l’ecomuseo, contattateci all'indirizzo mail info@ecomuseovalledeilaghi.it.

 

 

Collage-2017-09-10-18_31_01.jpg

 

 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti, necessari per la fruizione del servizio.

Leggi l'informativa