Attività ed eventi
Scheda-iscrizione-attivita-scuola-anno-scolastico-2017-2018.pdf Scarica il PDF con le attività dedicate alle scuole per l'anno scolastico 2017-2018!
[Please, accept cookies]

PROGETTI di ricerca, comunicazione, valorizzazione

            E’ con soddisfazione che Ecomuseo Valle dei Laghi  conclude questa estate intensa e ricca di iniziative volte a valorizzare il nostro territorio e a risaltarne le tante opportunità che riserva: la storia, il gusto, la tradizione, lo sport e la natura in cui siamo immersi rendono la nostra Valle un luogo florido di attività esperienziali di ogni genere, che non aspettano altro che l’essere vissute e condivise.

       

Ed è proprio sotto questo spirito che il rinnovato Direttivo di Ecomuseo ha lavorato quest’ultimo anno con l’impegno della Presidente Paola Aldrighetti, del vice presidente Carlo Balestra e dei consiglieri Rosetta Margoni, Alberto Margoni, Annamaria Maturi e Loris Pedrotti, nonché del neo referente tecnico Alessia Travaglia, vincitrice del bando diramato a maggio 2017. La dedizione con cui sono nate le tante iniziative organizzate per giovani e adulti, in collaborazione con le associazioni e gli enti operanti sul territorio, mirava al riconoscimento dell’istituzione Ecomuseo e all’apprezzamento da parte di una comunità che ha sicuramente risposto con interesse e partecipazione.

 

Sapendo quanto siano importanti i giovani nello sviluppo di una società comunitaria responsabile, Ecomuseo si è  concentrato  in particolar modo su ciò che poteva essere più adatto a bambini e ragazzi pensando  di ampliare il  ventaglio di attività a loro dedicate, per sensibilizzarli sugli aspetti naturalistici e culturali della Valle e far crescere in loro un sentimento di identità territoriale,  agli ormai immancabili laboratori del pane sono state aggiunte altre tre iniziative dedicate alla cultura popolare e alla scoperta del  patrimonio naturale, creando attività  ludico didattica adatte a tutte le inclinazioni .  Per queste attività in particolare, e in generale per il lavoro svolto, si ringraziano  le tre ragazze che quest’anno hanno scelto di svolgere il tirocinio presso Ecomuseo : la pazienza e l’allegria di Ilaria Baldessari, Camilla Ianes e Cecilia Bressan sono state molto apprezzate dai bambini che le hanno fin da subito prese in simpatia ed elette a sorelle maggiori.

Altrettante attività sono state rivolte agli adulti e alle famiglie con grande riscontro soprattutto per le serate alla scoperta della fauna notturna ai laghi di Cavedine e Toblino, del concerto a Lagolo con il trio Lescanto e delle giornate alla ricerca delle erbe spontanee con la fattoria didattica a Margone. Non ancora conclusi i cicli dei “Sabato mattina alla scoperta del territorio”, di cui l’ultimo appuntamento si terrà lungo il sentiero della Nosiola il 30 settembre, e delle Apero-conferenze, con l’incontro del 27 settembre in collaborazione con il Museo degli Usi e Costumi di San Michele. Queste due ultime iniziative si inseriscono nel progetto “Giornata del paesaggio” proposto dalla Rete degli Ecomusei del Trentino  e concludono le attività estive 2017.                                                

Non si conclude invece la ricerca, sulla quale Ecomuseo impegna costantemente risorse ed energie utili a raccogliere e preservare le nostre tradizioni più antiche, che vede attualmente in corso tre progetti qui descritti brevemente. Il “Progetto opifici storici della Valle dei Laghi”, che si sta per ora concentrando sui paesi di Calavino e Vezzano, prevede la creazione di percorsi con cartellonistica all’interno dei paesi, per mostrare i luoghi dove avevano sede i numerosi mulini e i laboratori che, tramite ruote idrauliche, trasformavano l’energia dei corsi d’acqua e venivano realizzati  prodotti d’artigianato.   Il “Progetto Etnofonico“ si propone di recuperare le musiche popolari cantate un tempo nella nostra comunità e di riportarle in vita ; dopo un’iniziale fase di ricerca per raccogliere canzoni tra le bande, i cori e i ricordi degli anziani della Valle,  il materiale verrà  portato da Simone Daves nelle scuole, a partire da Vigo Cavedine in autunno, Calavino nel periodo invernale, Vezzano in primavera, per essere studiato e imparato dagli alunni  e poi riproposto in serate canore rivolte a tutta la popolazione. Ultimo progetto nato in seno a Ecomuseo, in occasione del centenario della fine della prima guerra mondiale, è quello di raggruppare e organizzare i vari siti del territorio che contengono reperti della Grande Guerra in un’unica pubblicazione che ne riassuma le caratteristiche e sia di riferimento per tutti coloro che volessero visitarli, nonché di attivare delle passeggiate guidate rivolte anche  alle scuole.

Collage-2017-09-10-18_31_01.jpg

 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti, necessari per la fruizione del servizio.

Leggi l'informativa